Specifiche Tecniche

In linea generale, le specifiche dei materiali in entrata per realizzare una pubblicazione su Touch-II sono molto semplici.

Se si tratta di contenuti e media già preparati per il cartaceo, vi sarà sufficiente seguire le linee guida esposte in questa sezione.

Nel caso di pubblicazioni ex novo, sarà certamente utile analizzare insieme ad un nostro specialista le best practices da attuare per realizzare un impaginato digitale davvero compatibile con tutti i nuovi device.

I requisiti minimi del file sorgente:

PDF a pagina singola senza crocini di taglio, ottimizzato per mobile/cellulare in modalità WYSIWYG

Note:

  1. modalità di impaginazione non troppo “rigorose” creano errori o sporcature nel file PDF che ne limitano la visualizzazione sui diversi device. Per una verifica rapida del proprio PDF è sufficiente aprirlo con Acrobat e tentare l’ottimizzazione per mobile o per Web; nel caso in cui il software segnalasse errori, il T-II non sarà probabilmente in grado di processare il documento
  2. quando nei programmi di impaginazione INDesign o XPress vengono inseriti oggetti complessi in vettoriale (>64000 shapes) il PDF non sarà leggibile e compatibile con tutti i device (facilmente in crash anche su macchine potenti)
  3. per WYSIWYG intendiamo un PDF che verrà riprodotto fedelmente nella sua trasposizione multimediale; coerentemente vengono anche ricostruiti i riferimenti unique alle singole pagine (numero pagina, search, thumbnail, etc…). Quindi, se nel PDF originale saltano alcune pagine (buchi), il converter procederà in maniera sequenziale nella creazione dell’array del volume
  4. in alcuni casi specifici (es: opere d’arte o cataloghi di impatto estetico-grafico), è consigliabile verificare a monte la soglia di qualità del PDF, in modo da ovviare ad una eccessiva perdità di qualità in visualizzazione
  5. per dispositivi Tablet, la consistenza del PDF è ancora più importante proprio perchè la capacità di rendering dei contenuti è molto più limitata; in questi casi e per progetti dedicati è consigliabile prevedere in fase di progettazione e impaginazione del cartaceo una normalizzazione del PDF a partire direttamente dai file INdesign o Xpress

Il formato audio richiesto è il .MP3 (MPEG-1 Audio Layer 3), 8 kHz to 48 kHz, stereo audio.

Anche in questo caso consigliamo di variare la qualità dell’audio in relazione al contenuto da visualizzare: una sintesi vocale non necessiterà della stessa qualità di un brano musicale.

Il formato per la riproduzione video sul Touch-II è il .mp4: H264, 480p, 29,97 fps, progressivo.

A tal proposito si segnala che il player video del TOUCH-II supporta da 240 a 1080 pixel, ma tendiamo a consigliare il 480 in quanto buon compromesso tra dimensione del file e qualità di riproduzione.

WIDESCREEN 16:9

1280 x 720
800 x 450
640 x 360

STANDARD 4:3
800 x 600
640 x 480
480 x 360

DVD READY 5:4
720 x 576

IPHONE, IPOD, NTSC 3:2
720 x 480
480 x 320

Il formato migliore è il .JPG; in relazione alla tipologia di oggetto da aprire in pop-up (carte, foto navigabili, slideshow) verranno fornite le specifiche tecniche più adatte in termini di dimensione (width & height).

Il Touch-II è in grado di riprodurre qualsiasi oggetto visibile in un browser, quindi qualsiasi asset HTML5 che superi il test sui principali browser viene visualizzato senza alcun problema nell’applicazione.

Per evitare incompatibilità legate al device nel quale verrà riprodotto, forniamo un’applicazione di test per verificare il corretto funzionamento dell’oggetto sin dalla fase di sviluppo.