Lo sviluppo di una pubblicazione parte dalla chiara rappresentazione delle finalità della stessa, dalla conoscenza accurata della struttura dei contenuti (specialmente quando il volume fa parte di un’opera composta da più libri), dalla valutazione del valore attribuito a multimedialità e interattività, da un’organizzazione ordinata e schematica dell’elenco di oggetti che andranno a caratterizzare l’opera. Lo specialista TOUCH II parteciperà alle riunioni di start-up della pubblicazione per condividerne le linee principali con i responsabili editoriali.

Definite le linee guida principali della pubblicazione e chiarite le specifiche tecniche da seguire, si procederà con la raccolta ordinata dei materiali per la pubblicazione digitale: PDF, oggetti multimediali come video, audio e assets HTML, menabo in Excel dell’attività di raccolta.. Il responsabile dello staff operativo TOUCH II fornirà alla redazione l’accesso ad un’area riservata integrata nella piattaforma attraverso la quale verranno caricati ed organizzati i materiali.

I materiali raccolti vengono processati attraverso appositi software allo scopo di evidenziare eventuali problematiche rispetto all’inserimento nella piattaforma TOUCH II. Le non-conformità risultanti vengono segnalate alla redazione responsabile affinché possano essere gestite e corrette. Su richiesta e conseguente quotazione dell’attività, lo staff operativo TOUCH II può operare direttamente per i necessari adeguamenti alle specifiche tecniche, potendo quindi successivamente procedere con le conversioni preliminari alle implementazioni in TOUCH II.

A seguito del primo caricamento di un volume nel sistema, ai responsabili dei contenuti editoriali viene fornito l’accesso ad un’area della piattaforma in cui è presente il corredo di icone che verranno richiamate nella pubblicazione per indicare l’inserimento di materiali integrativi.

Il singolo redattore potrà autonomamente trascinare l’icona d’interesse nel punto del libro ove vorrà segnalare la presenza di oggetti da consultare: ciò consentirà ai responsabili dei contenuti di partecipare fattivamente anche alla parte creativa del progetto.

Contestualmente al trascinamento di icone previsto nell’Area Designer, per ogni oggetto inserito al fine di identificare l’attivazione di un contenuto attivo, la piattaforma prevede il calcolo in tempo reale dell’investimento economico relativo, consentendo all’operatore di tenere sotto controllo il budget investito dopo ogni scelta operata.

L’acquisto dell’applicativo nella sua forma più completa e “targata” consente diverse personalizzazioni, prima fra tutte la possibilità di modificare secondo le proprie scelte di comunicazione il tema della library.

Nella fase di sviluppo iniziale, ogni pubblicazione verrà implementata su un’applicazione “temporanea” che consentirà alla redazione responsabile di effettuare verifiche frequenti e richieste di modifiche senza compromettere l’assetto del codice e consentendo eventuali “marce indietro”.

Il ribaltamento sulla piattaforma definitiva avverrà in fase più avanzata, senza comportare “traumi”.

Empty section. Edit page to add content here.