Gestione della libreria

La nuova versione di TOUCH II è organizzata in libreria locale dell’Utente e libreria Cloud on-line, fra loro costantemente sincronizzate.
La libreria Utente contiene tutti i volumi (le pubblicazioni) scaricati ed installati dall’utente autorizzato; la fruizione di tutti i contenuti sul device prescelto avviene completamente off-line.

link al doc “mercato uso tablet”

La libreria Utente è strettamente connessa alla libreria Cloud: attraverso la libreria Cloud il sistema rintraccia aggiornamenti disponibili, integrazioni o modifiche sostanziali alla pubblicazione. Anche il profilo utente degli appunti e dei quaderni digitali, residente sulla libreria locale, può essere sincronizzato nella libreria Cloud.
Allo stato attuale i device, anche quelli più tradizionali, hanno capacità di memorizzazione interna sempre più limitata.
link a timeline o grafico della capacità dei device (doppia curva di tablet, ultrabook, smartphone…)
In pratica, lo spazio d’archiviazione interna di smartphone e tablet continua ad aumentare con lenta progressione, mentre per ultrabook, netbook e notebook vertiginosamente decresce.
Sono sempre più diffusi gli strumenti di condivisione di materiali digitali on-line, utilizzati prevalentemente per il trasferimento di files di rilevante dimensione (tra gli esempi, Wetransfer e Dropbox); questi stessi sistemi sempre più frequentemente vengono utilizzati con la funzione di storage esterno di memoria, facilmente condivisibile da tutti i propri device personali (smartphone, tablet, computer…).
link a “mobile or not mobile”
L’applicativo TOUCH II si avvale del componente Cloud library con le stesse finalità accennate nel paragrafo precedente; infatti, nel momento in cui le pubblicazioni installate divenissero obsolete (essendo anche solo temporaneamente inutilizzate), esse potranno essere semplicemente rimosse dalla libreria Utente locale per liberare spazio sul device. Con la stessa semplicità, nel momento in cui si ritenesse utile riaprire una di queste pubblicazioni, sarà sufficiente scaricarla nuovamente dalla sua posizione nella libreria Cloud.
A questo punto, è corretto porsi la domanda: “Se elimino un volume dalla libreria Utente, perdo anche gli appunti che ad esso erano stati associati?”. La risposta è: nell’immediato sì, ma la nuova versione dell’applicativo consente di esportare preventivamente tutto il pacchetto di appunti creato nel volume specifico, potendoli successivamente recuperare attraverso una semplice funzione che li riposizionerà sulla pubblicazione nuovamente scaricata nella libreria Utente.
La libreria Cloud non ha l’esclusiva finalità di area di archiviazione massiva con accesso 24/24… Soprattutto, essa rappresenta la vera piazza virtuale dove il contractor e l’utente finale si incontrano per condividere in tempo reale nuovi volumi, pubblicazioni in progress, aggiornamenti e tutte le comunicazioni inerenti lo sviluppo delle librerie.